Oliva infornata di Ferrandina Presidio Slow Food 250g
  • Oliva infornata di Ferrandina Presidio Slow Food 250g

Oliva infornata di Ferrandina Presidio Slow Food 250g

Rif: Tds2162  -  Lacertosa

Ferrandina, storico comune della provincia di Matera, lega il suo nome alla Maiatica, vigorosa cultivar a duplice attitudine che si presta egregiamente tanto alla produzione di un delicatissimo olio extravergine di oliva, quanto a quella di olive da tavola denominate, appunto, olive infornate di Ferrandina.

L’oliva di Ferrandina è maiatica e la maiatica trova il suo habitat ideale solo nell’agro di Ferrandina: un binomio ormai indissolubile. Invano si è tentato di far radicare altrove questa cultivar con risultati altrettanto soddisfacenti. Tipica è l’oliva, ma tipico è anche il processo di trasformazione necessario per dare al prodotto finito le peculiari caratteristi organolettiche che lo caratterizzano e che ne hanno fatto una vera ricercatezza nel panorama delle olive da mensa, tanto da diventare un presidio Slow Food.

Specialità gastronomica apprezzata e ricercata, le olive infornate di Ferrandina sono il risultato della sapiente lavorazione della cultivar Maiatica secondo procedimenti che risalgono a tempi assai remoti. Con la sola aggiunta di sale sono un prodotto genuino tipico della Lucania, rinomato per il suo inconfondibile gusto. Custode dell’antica tradizione è il Frantoio Oleario “Giovanni Lacertosa” situato a Ferrandina, cuore di questa produzione olivicola.

“Le Mariannine” sono un alimento ideale per accompagnare salumi e formaggi stagionati e per caratterizzare insalate e piatti rustici. Squisite sono nelle insalate di arance, nelle zuppe di zucca gialla ed ancora con il baccalà in umido oppure condite con olio extravergine di oliva, aglio a pezzetti e scorza di arancia o limone grattugiata.

5,50 €
Tasse incluse IVA IT 10%
Quantità
Disponibile

Aggiungi alla lista dei desideri

Lacertosa

Tds2162

Scheda tecnica

Biologico No
Vegan Ok No
Gluten Free No
Raw Food No

Riferimenti Specifici

Recensioni

Non ci sono recensioni dei clienti per il momento.

Scrivi la tua recensione

Oliva infornata di Ferrandina Presidio Slow Food 250g

Ferrandina, storico comune della provincia di Matera, lega il suo nome alla Maiatica, vigorosa cultivar a duplice attitudine che si presta egregiamente tanto alla produzione di un delicatissimo olio extravergine di oliva, quanto a quella di olive da tavola denominate, appunto, olive infornate di Ferrandina.

L’oliva di Ferrandina è maiatica e la maiatica trova il suo habitat ideale solo nell’agro di Ferrandina: un binomio ormai indissolubile. Invano si è tentato di far radicare altrove questa cultivar con risultati altrettanto soddisfacenti. Tipica è l’oliva, ma tipico è anche il processo di trasformazione necessario per dare al prodotto finito le peculiari caratteristi organolettiche che lo caratterizzano e che ne hanno fatto una vera ricercatezza nel panorama delle olive da mensa, tanto da diventare un presidio Slow Food.

Specialità gastronomica apprezzata e ricercata, le olive infornate di Ferrandina sono il risultato della sapiente lavorazione della cultivar Maiatica secondo procedimenti che risalgono a tempi assai remoti. Con la sola aggiunta di sale sono un prodotto genuino tipico della Lucania, rinomato per il suo inconfondibile gusto. Custode dell’antica tradizione è il Frantoio Oleario “Giovanni Lacertosa” situato a Ferrandina, cuore di questa produzione olivicola.

“Le Mariannine” sono un alimento ideale per accompagnare salumi e formaggi stagionati e per caratterizzare insalate e piatti rustici. Squisite sono nelle insalate di arance, nelle zuppe di zucca gialla ed ancora con il baccalà in umido oppure condite con olio extravergine di oliva, aglio a pezzetti e scorza di arancia o limone grattugiata.

Scrivi la tua recensione

11 altri prodotti della stessa categoria:
Rif: Tds2211  -  Impero

Olive verdi dolci BIO - Secchio 4 Kg

Anteprima
Rif: Tds2208  -  Impero

Patè di Olive Itrane bianche BIO in vetro 200g

Anteprima
Rif: Tds2209  -  Impero

Olive verdi dolci BIO - busta 300g

Anteprima
Rif: Tds2203  -  Impero

Olive di Gaeta DOP BIO - Secchio 4 kg

Anteprima
Rif: Tds2207  -  Impero

Patè di Olive di Gaeta nere BIO in vetro 200g

Anteprima
Rif: Tds2205  -  Impero

Olive condite Gaeta/Itrana BIO - busta 300g

Anteprima
Rif: Tds2204  -  Impero

Olive di Gaeta DOP BIO - busta 300g

Anteprima
Rif: Tds2161  -  MiaTerra

La varietà “Leccino” nasce come oliva da olio ma tramite un antico metodo di conservazione, sottosale appunto, diventa eccellente anche come oliva da mensa.

L’utilizzo è quello classico, come aperitivo o antipasto, ottimo anche come contorno per carni e formaggi.

Anteprima
Rif: Tds2216  -  Impero

Olive "Itrana" BIO - busta 300g

Anteprima
Rif: Tds2212  -  Impero

Olive schiacciate e condite "Itrana" - busta 300 g

Anteprima
Rif: Tds1046  -  La Sbecciatrice

      

L'oliva caiazzana in salamoia è un Presidio Slow Food. Varietà tipica del territorio di Caiazzo, il frutto è caratterizzato da forma ellissoidale con apice arrotondato e base leggermente appiattita e il colore della polpa è nero violaceo dall'esterno fino al nocciolo.

Periodo di raccolta: ottobre

Tipo di raccolta: manuale

INGREDIENTI: olive caiazzane, sale di Trapani Presidio Slow Food.

Ottime per antipasti, primi e secondi piatti di carne e pesce.

Vaso in vetro peso netto 580 ml.

Anteprima
I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:
Rif: Tds1342

   

"Lupino Gigante" o "Lupinone" o "Lupinaccio di Vairano" sono tutti sinonimi di questo antico legume storicamente coltivato nell'area di Vairano (CE), al confine tra Campania e Lazio.

Il Lupino Gigante di Vairano (Presidio Slow Food) si distingue dai comuni lupini per le sue dimensioni, per il gusto più intenso e per la preparazione, completamente naturale e a base di sola acqua e sale.

Legumi dalle numerose proprietà benefiche, curative e nutrizionali, i Lupini sono in grado di apportare notevoli benefici all'organismo e alla sua salute, riducono il diabete e sono una ottima fonte di proteine vegetali. 

Ottimi come spuntino o antipasto, magari accompagnati da olive e semi di zucca. 

Peso barattolo 580 g - Peso sgocciolato 370 g

Prezzo al pubblico: 4,50 Euro.

Anteprima
Rif: Tds2202

Pomodorino giallo vesuviano intero in acqua e sale ” in vetro 560g

Anteprima
Rif: Tds1059

        

Lenticchie rosa confezionate dall'Azienda Sole di Cajani (Caggiano - SA).

Adatte a tutte le preparazioni.

Anteprima
Rif: Tds0403

FattoriaDellaMandorla1.png   

Mandorle di Toritto sgusciate, da cultivar autoctona “Filippo Cea”. Caratterizzate da semi fragranti, dolci e dalle straordinarie caratteristiche aromatiche. Ricche di proteine, carboidrati, vitamina E e minerali, sono naturalmente prive di glutine, soia e lattosio. 

Anteprima
Rif: Tds1988

Lenticchie verdi piccole biologiche coltivate a San Bartolomeo in Galdo (BN), il comune più grande della Val Fortore, al confine tra Campania, Puglia e Molise. Le coltivazioni si trovano a circa 700 metri s.l.m. tra colline coperte dì vigneti, uliveti e frutteti, che dominano la vallata del fiume Fortore.

Offrono un apporto importante di proteine vegetali e ferro.

Anteprima
Rif: Tds1637

La conserva di pomodorino giallo Giagiù, tipico dell’area vesuviana, dalla tonalità giallo oro brillante, viene preparata artigianalmente da Masseria Clementina. Il nostro Pomo d’Oro viene tagliato a metà, “a pacchetelle”, pressato a mano nei barattoli ed infine pastorizzato, in modo che il prodotto possa mantenere la freschezza e la fragranza per l’intero anno. Il suo aroma ricco e persistente, frutto dell’armonizzazione tra la componente acidula che lo caratterizza ed il sapore dolce di base, rende il pomodorino Giagiù particolarmente indicato per la preparazione di primi piatti, sughi e pietanze a base di pesce. Ideale come condimento sulla pizza.

Anteprima
Rif: Tds1267

TiFaBene.png  


Una squisita Crema spalmabile preparata solo con pregiate mandorle di Puglia.

Mandorla di Puglia*60%, sciroppo di riso*40%. 

*Materie prime da agricoltura biologica.

Anteprima
Rif: Tds1951

45% di nocciole e dolcificata con zucchero di barbabietola.

Anteprima