Fagioli cannellini BIO del Fortore 500g

Rif: Tds1997  -  Palumbo

Fagioli cannellini biologici coltivati a San Bartolomeo in Galdo (BN), il comune più grande della Val Fortore, al confine tra Campania, Puglia e Molise. Le coltivazioni si trovano a circa 700 metri s.l.m. tra colline coperte dì vigneti, uliveti e frutteti, che dominano la vallata del fiume Fortore.

3,20 €
Tasse incluse IVA IT 4%
Quantità
Disponibile

Aggiungi alla lista dei desideri

Tds1997

Scheda tecnica

Biologico Si
Vegan Ok No
Gluten Free No
Raw Food No

Riferimenti Specifici

Recensioni

Non ci sono recensioni dei clienti per il momento.

Scrivi la tua recensione

Fagioli cannellini BIO del Fortore 500g

Fagioli cannellini biologici coltivati a San Bartolomeo in Galdo (BN), il comune più grande della Val Fortore, al confine tra Campania, Puglia e Molise. Le coltivazioni si trovano a circa 700 metri s.l.m. tra colline coperte dì vigneti, uliveti e frutteti, che dominano la vallata del fiume Fortore.

Scrivi la tua recensione

16 altri prodotti della stessa categoria:
Rif: Tds1984  -  Palumbo

Ceci rosa biologici coltivati a San Bartolomeo in Galdo (BN), il comune più grande della Val Fortore, al confine tra Campania, Puglia e Molise. Le coltivazioni si trovano a circa 700 metri s.l.m. tra colline coperte dì vigneti, uliveti e frutteti, che dominano la vallata del fiume Fortore. Ricchi di vitamine A, B, C, E, K, calcio, ferro, fosforo, magnesio, sodio, potassio e zinco, i ceci sono utili per controllare il livello del colesterolo e della glicemia, riducendo il rischio di diabete.

Anteprima
Rif: Tds1992  -  Palumbo

Fagioli biologici coltivati a San Bartolomeo in Galdo (BN), il comune più grande della Val Fortore, al confine tra Campania, Puglia e Molise. Le coltivazioni si trovano a circa 700 metri s.l.m. tra colline coperte dì vigneti, uliveti e frutteti, che dominano la vallata del fiume Fortore.

Fagioli bianchi dalla caratteristica forma schiacciata.

Anteprima
Rif: Tds1990  -  Palumbo

Cicerchie biologiche coltivate a San Bartolomeo in Galdo (BN), il comune più grande della Val Fortore, al confine tra Campania, Puglia e Molise. Le coltivazioni si trovano a circa 700 metri s.l.m. tra colline coperte dì vigneti, uliveti e frutteti, che dominano la vallata del fiume Fortore.

Anteprima
Rif: Tds2103  -  Palumbo

Cicerchie biologiche coltivate a San Bartolomeo in Galdo (BN), il comune più grande della Val Fortore, al confine tra Campania, Puglia e Molise. Le coltivazioni si trovano a circa 700 metri s.l.m. tra colline coperte dì vigneti, uliveti e frutteti, che dominano la vallata del fiume Fortore.

Anteprima
Rif: Tds1993  -  Palumbo

Fagioli nostrani biologici tipici del territorio della Val Fortore, al confine tra Campania, Puglia e Molise. Di colore bianco brillante, il seme è di piccole dimensioni, la tipologia è una via di mezzo tra il cannellino ed il tondino ed è da individuare, molto probabilmente, come il Fagiolo bianco di Montefalcone inserito dalla Regione Campania tra i “prodotti tradizionali”. Le coltivazioni si trovano a circa 700 metri s.l.m. tra colline coperte dì vigneti, uliveti e frutteti, che dominano la vallata del fiume Fortore.

I fagioli nostrani, coltivati in questo ambiente, acquisiscono particolare sapidità e sono particolarmente predisposti per la cottura.

Anteprima
Rif: Tds2013  -  Palumbo

Fagioli nostrani biologici tipici del territorio della Val Fortore, al confine tra Campania, Puglia e Molise. Di colore bianco brillante, il seme è di piccole dimensioni, la tipologia è una via di mezzo tra il cannellino ed il tondino ed è da individuare, molto probabilmente, come il Fagiolo bianco di Montefalcone inserito dalla Regione Campania tra i “prodotti tradizionali”. Le coltivazioni si trovano a circa 700 metri s.l.m. tra colline coperte dì vigneti, uliveti e frutteti, che dominano la vallata del fiume Fortore.

I fagioli nostrani, coltivati in questo ambiente, acquisiscono particolare sapidità e sono particolarmente predisposti per la cottura.

Anteprima
Rif: Tds1052  -  Sole di Cajani

        

Fagioli coco bianco dell'Azienda Sole di Cajani (Caggiano - SA).

Anteprima
Rif: Tds1994  -  Palumbo

Fagioli nostrani biologici tipici del territorio della Val Fortore, al confine tra Campania, Puglia e Molise. Di colore bianco brillante, il seme è di piccole dimensioni, la tipologia è una via di mezzo tra il cannellino ed il tondino ed è da individuare, molto probabilmente, come il Fagiolo bianco di Montefalcone inserito dalla Regione Campania tra i “prodotti tradizionali”. Le coltivazioni si trovano a circa 700 metri s.l.m. tra colline coperte dì vigneti, uliveti e frutteti, che dominano la vallata del fiume Fortore.

I fagioli nostrani, coltivati in questo ambiente, acquisiscono particolare sapidità e sono particolarmente predisposti per la cottura.

Anteprima
Rif: Tds1051  -  Sole di Cajani

        

Fagioli borlotti dell'Azienda Sole di Cajani (Caggiano - SA).

Anteprima
Rif: Tds0003  -  Agrimell

  

Pregiatissimo fagiolo, piccolo, dai semi bianchissimi, di forma tondeggiante e leggermente ovoidale, senza macchie né occhi. Ecotipo locale Presidio Slow Food tipico della zona di Controne (SA).

Dal sapore inconfondibile e dalla buccia sottilissima è adatto per qualsiasi tipo di preparazione. 

Anteprima
Rif: Tds1986  -  Palumbo

Ceci neri biologici coltivati a San Bartolomeo in Galdo (BN), il comune più grande della Val Fortore, al confine tra Campania, Puglia e Molise. Le coltivazioni si trovano a circa 700 metri s.l.m. tra colline coperte dì vigneti, uliveti e frutteti, che dominano la vallata del fiume Fortore. Contengono vitamine B, C, K e vitamina E. Rispetto ai ceci "classici", i ceci neri sono particolarmente ricchi di fibre e di ferro.

Anteprima
Rif: Tds1055  -  Sole di Cajani

        

Fagioli "con l'occhio" dell'Azienda Sole di Cajani (Caggiano - SA).

Anteprima
Rif: Tds0065  -  Bioland

Bioland.png   

Ceci biologici prodotti dall'Azienda Bioland (Gravina di Puglia - BA). 


Anteprima
Rif: Tds0090  -  Bioland

Bioland.png   

Favette sgusciate biologiche prodotte dall'Azienda Bioland (Gravina di Puglia - BA). 

Un legume antichissimo recuperato e reso sgusciato per una più facile preparazione e una maggiore digeribilità.


Anteprima
Rif: Tds0001  -  Agrimell

  

Pregiatissimo fagiolo, piccolo, dai semi bianchissimi, di forma tondeggiante e leggermente ovoidale, senza macchie né occhi. Ecotipo locale Presidio Slow Food tipico della zona di Controne (SA).

Dal sapore inconfondibile e dalla buccia sottilissima è adatto per qualsiasi tipo di preparazione. 

Anteprima
Rif: Tds1060  -  Sole di Cajani

        

Cicerchie dell'Azienda Sole di Cajani (Caggiano - SA).

Anteprima
I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:
Rif: Tds2048

Una volta sgusciate le nocciole subiscono una leggera tostatura. Indispensabili per l’happy hour, molto usate in cucina ed in pasticceria.

Anteprima
Rif: Tds1503

Un tè nero ai frutti di bosco che si distingue per il colore tendente al lillà, il sapore dolce con sfumature mielose e un delicato sentore di frutti rossi. Viene prodotto in India e si ottiene unicamente da coltivazioni biologiche, con il solo uso di concimi organici. La confezione contiene 20 filtri.

Anteprima
Rif: Tds2344

ioccolato Mascao fondente extra curcuma e pepe - bio

Anteprima
Rif: Tds0887

Melauro.png      Di_Sicilia_1.png

Pappa reale fresca non italiana con scatolina e palettina. L'assunzione di pappa reale stimola l'appetito e la crescita dei bambini, normalizza l'attività ovarica, rigenera le funzioni sessuali, elimina la stanchezza fisica e psichica facilitando il lavoro intellettuale e muscolare, rallenta altresì quei fenomeni di involuzione che sono propri della senescenza.

Anteprima
Rif: Tds1502

Un tè nero al mango e vaniglia che si riconosce per il suo sapore dolce e aromatico, gradevolmente persistente. Viene prodotto in India e si ottiene unicamente da coltivazioni biologiche, con il solo uso di concimi organici. La confezione contiene 20 filtri.

Anteprima
Rif: Tds1991

Fagioli biologici coltivati a San Bartolomeo in Galdo (BN), il comune più grande della Val Fortore, al confine tra Campania, Puglia e Molise. Le coltivazioni si trovano a circa 700 metri s.l.m. tra colline coperte dì vigneti, uliveti e frutteti, che dominano la vallata del fiume Fortore.

Fagioli bianchi dalla caratteristica forma schiacciata

Anteprima
Rif: Tds1507

Il delicato tè verde indiano viene addolcito dal floreale sapore di gelsomino, persistente e gradevole.

Anteprima
Rif: Tds0748

Melauro.png     VEGANOK.png

Pistacchi di Spagna, naturali, tritati secchi e senza sale.

Confezionati in busta.

Anteprima